ExtraGeek

La Tecnologia vista da me

Contest: PcRevenge regala un iPod Nano da 4GB


Ecco un nuovo contest che appare sul web, questa volta in palio c'è un iPod (inizia ad essere un po' inflazionato per la verità questo tipo di premio ...), comunque, anche se in extremis, parteciperò anche io, il tutto è organizzato da PcRevenge.


Per partecipare al contest è molto semplice, ecco il Regolamento:


  1. Il vincitore del contest riceverà in regalo un iPod Nano 4GB 3G di colore Argentato ;
  2. Può partecipare chiunque disponga di un sito web (che non sia space Msn), che sia attivo almeno da 2 mesi e che perciò non sia creato Ex-Novo per poter partecipare al contest.
  3. Per partecipare bisogna parlare, attraverso un articolo nel proprio sito, del contest con un link al sito PcRevenge che sia visibile in HomePage. Si può anche copiare interamente l’articolo e incollarlo nel proprio sito, purchè sia presente un link come appena detto. In seguito commentare questo articolo mettendo un link all’articolo del vostro sito per poter segnare la vostra partecipazione.
  4. Il vincitore verrà estratto tra tutti i partecipanti secondo questo criterio: ad ognuno verrà assegnato un numero da 1 a 90 in ordine cronologico e l’estrazione del numero sarà quella sulla ruota di Torino (la prima successiva alla fine del contest). Nel caso in cui i partecipanti al contest fossero di piu’ di 90, si procederà all’estrazione con il programma PcRevenge Contest Creator del nostro collaboratore Ixiodor.
  5. Il contest avrà termine la notte del 31 Marzo 2008.

[BookMark] Elezioni ... Internet reaction

... ed internet fermenta di iniziative.

Proprio oggi ho "incontrato" una simpatica iniziativa, una sorta di questionario fatto da 25 domande, a cui si può rispondere in maniera anonima (non è necessaria nessuna registrazione), al termine ci verrà presentato uno schema grafico con noi al centro ed i vari schieramenti politici posizionati a varie distanze, ciò ci permette di avere una foto, seppur approssimativa, della nostra distanza dai vari schieramenti. E' un giochino simpatico, io l'ho fatto ed il risultato devo dire che mi ha sorpreso .... provate anche voi cliccando qui.



Mi ha incuriosito la cosa ed allora ho fatto visita anche ad OpenPolis, organizzazione che ha sviluppato il tool, e qui ho avuto una interessantissima sorpresa.
OpenPolis in pratica è un enorme database online dove sono presenti tutte le schede dei politici italiani, partendo dal Presidente della Repubblica fino ad arrivare a tutti, e dico tutti, i consiglieri comunali d'Italia. Le schede non sempre sono complete (specialmente a livello dei comuni) e presuppongono la collaborazione degli utenti per essere riempite. E' però già possibile effettuare simpatiche ricerche e statistiche: per esempio risulta nell'ultima legislatura che l'On. Massimo Zunino sia il deputato che abbia partecipato al maggior numero di votazioni in aula, il 99,8%, complimenti. Mentre Giuliano Amato quello con meno votazioni attive: 0.5%. Dalla sua però l'alto numero di missioni a cui i membri del Governo sono chiamati a partecipare. Giustificazione che non ha Claudio Scajola che con il suo 1.3% di votazioni risulta il deputato più assenteista escludendo i membri del Governo.
Alcuni servizi possono essere attivati solo dopo la registrazione (gratuita), per esempio è possibile "adottare" un politico, si può così seguirne la carriera venendo aggiornati tramite email di tutti gli aggiornamenti che lo riguarderanno.
Ci sono ovviamente anche tutte le schede di Giunta e Consiglio del vostro comune di residenza anche se non presentano troppi dati, magari è l'occasione per qualcuno di iniziare. Buon divertimento, dimenticavo il sito è qui.

[Tutorial] Mono, porting di applicazioni ASP.NET

Dopo aver parlato nei giorni scorsi dell'IDE per sviluppare applicazioni .NET su Linux ed aver presentato il tutorial per il porting di applicazioni basate su Windows.Forms, terminiamo il trittico con il tutorial relativo al porting di applicazioni ASP.NET verso tutte quelle piattaforme che supportano Mono, e cioè Linux, Unix, Solaris e Mac OSX (per citare solo i più diffusi).
Se per caso ancora non conoscete il progetto Mono vi invito alla lettura delle pagine originali (in inglese) di tale progetto: Mono.

Guide: Porting ASP.NET application to Mono

Yahoo Answers, per chi è utile ?


Di sicuro avrete sentito parlare del servizio offerto da Yahoo e denominato "Answers", per chi non lo conoscesse una brevissima descrizione. In pratica si pongono delle domande e gli utenti hanno alcuni giorni per fornire la loro risposta. Al termine colui che aveva posto la domanda voterà la migliore risposta, si avrà così l'assegnazione di un punteggio che ci sarà utile per porre le nostre domande.
Una settimana fa mi sono registrato sul servizio, ed ho iniziato a fornire alcune risposte, in cinque giorni sono riuscito a scrivere 14 risposte di cui due sono state giudicate "le migliori". Comunque non è questo il punto che mi piacerebbe affrontare, semmai sarebbe opportuno riflettere circa la vera utilità di questo sistema. Per quello che ho potuto verificare, la quasi totalità di chi risponde non ha competenza sull'argomento e si ha la sensazione che le risposte pervengano solo perchè danno diritto a due miserabili punticini.
Ovviamente ed essere di basso livello sono anche le domande, ma questo diciamo così è normale, si presuppone che se una persona pone una domanda, come minimo, è perchè ignora la risposta o del tutto un argomento:
"Mi dite il programma che si usa per creare un auto personalizzata?", ambigua come domanda ... la risposta non può essere precisa e dettagliata.
Non c'è neanche pudore a chiedere cose decisamente contro legge, spesso viene chiesto dove trovare qualche software oppure un crack piuttosto che un generatore di keyword.

Per concludere, Yahoo Answer, non può essere considerato un servizio attendibile, di sicuro non vi troverei risposte interessanti a quesiti di un certo rilievo, il rischio è quello che un richiedente si convinca di una cosa sbagliata o parzialmente vera.

IDE per lo sviluppo .NET su Linux

Da oggi sarà più semplice sviluppare applicazioni su tecnologia .NET che girino su piattaforme alternative a Windows. E' recente la notizia del rilascio della release 1.0 di MonoDevelop da parte del team di sviluppo. Per chi non sapesse quello di cui sto parlando è giusto ricordare che esiste un porting del framework .NET su piattaforme diverse da Windows quali Linux, Unix, Solaris, Mac OS X, Mono è il nome di questo framework ed è sviluppato da Novell.
Sarà così più semplice creare applicazioni cross-platform in quanto MonoDevelop ci aiuterà anche nella fase di porting di progetti inizialmente sviluppati con VisualStudio della Microsoft.
Adesso gli strumenti basilari ci sono tutti, ambiente e tool di sviluppo, è probabile aspettarsi quindi un incremento di applicazioni scritte in C# o VB.NET (ma anche in altri linguaggi supportati dal framework) funzionanti un po' su tutte le piattaforme.

Ma i media disinformano ?

Quando l'argomento è l'informatica oppure internet spesso, troppo spesso, sui media tradizionali si assiste a vera e propria disinformazione. Ovviamente ho questa sensazione in quanto nel mio piccolo rappresenta l'argomento della mia professione. La domanda che mi sorge spontanea a questo punto è se anche altri argomenti siano trattati alla stessa stregua ed io, non conoscendone, magari prendo per buoni colossali bufale.
L'ultimo esempio di informazione parziale con argomento internet risale ad ieri. Il sito di Repubblica pubblica un servizio video dove verrebbe dimostrata l'estrema facilità con cui è possibile sottrarre dati importanti agli ignari utenti. L'ho visto e fin da subito mi è parso per lo meno strano. L'accusato di turno è Ebay, l'accusa è che una grave falla, già nota, ancora non è stata sistemata a dovere mettendo a rischio i dati degli utenti. Viene quindi mostrata tutto il percorso seguito da un "hacker" collaboratore, il quale al termine della dimostrazione, come prova, visualizza una pagina dove sono contenuti dati all'apparenza sensibili. E qui mi è venuto il dubbio. Vengono mostrati dati relativi a conti bancari e carte di credito (semi mascherati). Io sono utente eBay, ma non ricordo di aver mai fornito questi dati a quella società. Di sicuro l'ho fatto con una sua controllata, PayPal, ma sarebbe decisamente strano che i due account condividessero dati che io ho fornito in esclusiva all'una o all'altra. Comunque, tutto ci può stare. Ho cercato allaora maggiori info e scopro con piacere che la "web reaction" provocata da quel video è stata notevole, c'è chi parla di falsi scoop, chi di servizio montato in maniera allegra. Vi lascio uno di questi link, un post interessante scritto da chi si occupa in maniera professionale di sicurezza informatica. Fra l'altro, l'autore del blog, si è messo anche in contatto con la persona che ha materialmente ricostruito l'illecito, l'hacker tedesco, il quale asserisce di averlo fatto per una tv tedesca e mai per nessuno in Italia ...

Per finire poi vorrei ricordare ancora una volta l'uso scorretto che si fanno dei termini "hacker" e "cracker" (per dire il vero questo non viene mai usato anche quando si dovrebbe, menter il primo viene usato spesso a sproposito).

Video Games che passione ...

La mia infanzia è coincisa con l'avvento delle prime console casalinghe e dei primi computer da cameretta. Era il periodo dell'Intellivision e di Atari 2600, Commodore Vic20 e 64, ZX Spectrum. Avevamo imparato a giocare al bar e da quel momento ci veniva offerta la possibilità di spostare il nostro divertimento nei salotti e nelle nostre camerette, invitare gli amici per interminabili pomeriggi video-ludici.
Sono passati gli anni, ma l'interesse e la curiosità per i videogiochi mi è rimasta, difficilmente riesco a trovare il tempo per dedicarmici, difficilmente spendo soldi per acquistare l'ultimo gioco di grido. Mi capita ogni tanto di trovare qualche titolo "storico" da aggiungere alla mia collezione oppure di provare qualche gioco free. Il fatto che un gioco sia free non significa che sia brutto e fatto male, magari possono mancare gli ultimi super effetti speciali, ma per me hanno una importanza relativa, più importante è la giocabilità e la longevità del titolo.
Un grande aiuto per placare questa mia "fame" di giochi l'ho avuto da due post di Geekissimo.it, due liste da 100 videogames ... impressionante la quantità di materiale che sitrova in rete.
Di seguito i due link ...

100 videogiochi gratis per pc
altri 101 videogiochi gratis per pc

Buon divertimento !!

[Tutorial] BlogEngine.NET, pubblicazione post da servizi on-line

Flickr

Torno a parlare di BlogEngine.NET e lo faccio in quanto negli ultimi giorni ho avuto modo più volte di frequentare Flickr per la ricerca di foto da utilizzare. Una delle funzionalità che il portale della maggiore community di condivisione immagini mette a disposizione degli utenti è quella della pubblicazione di contenuti direttamente sul proprio blog.

Ma vediamo come fare per configurare la funzionalità di Flickr.

A questo indirizzo http://www.flickr.com/blogs.gne trovate la pagina del vostro account relativa proprio ai blog su cui volete pubblicare, parlo al plurale in quanto è possibile definirne più di uno. Vi troverete in una pagina come quella sotto:


Al momento in cui ho catturato l'immagine potete notare che avevo già configurato due miei blog, questi attualmente sono su piattaforma Blogger/Google, oggi invece il nostro compito è quello di pubblicare sul nostro blog "motorizzato" BlogEngine.NET. Ma andiamo avanti. Il link su cui cliccare è quello "Aggiungi un altro blog".

Nella schermata che apparirà ci verrà chiesto su quale piattaforma risiede il nostro blog, nell'elenco sono elencate le più famose release di blogging, Blogger, Wordpress, LiveJournal ecc. ci sono anche delle selezioni generiche e su una di queste dovremo focalizzarci:

La nostra scelta sarà "Blog abilitato Metaweblog API", clicchiamo sul bottone "Succ." e passiamo al prosimo step.

Adesso si aprirà la pagina dove noi saremo chiamati ad indicare i dati di accesso al blog. La pagina è quella sotto riportata:

Fondamentalmente sono tre le informazioni che ci vengono richieste e che è obbligatorio indicare:
"Endpoint API", è il percorso al file che espone i metodi delle API, per BE sarà una cosa del tipo "http://www.miosito.it/metaweblog.axd";
"utente" e "Password" sono quelli con cui solitamente accedete al vostro blog come amministratore. Clicchiamo sul bottone "Succ." e proseguiamo.
Adesso Flickr tenterà l'accesso al mio blog, se tutto procede come dovrebbe ci verrà mostrata una pagina di conferma con relativa scheda riepilogativa dei dati appena impostati.


Verifichiamo di nuovo quanto inserito e poi clicchiamo sul bottone "Fine". Adesso siamo pronti a pubblicare le foto presenti su Flickr direttamente sul nostro blog.


Google Docs

Analogamente a quanto detto sopra, anche Google Docs permette la pubblicazione di post direttamente previa impostazione dei dati necessari. Per far ciò andiamo nella pagina di gestione dei settaggi, dopo ovviamente essersi loggati con il proprio account.

Cliccando su "edit info ..." relativo a "Blog settings" si può accedere alla scheda su cui impostare i dati. In questo caso abbiamo però solo un blog configurabile.


Sostanzialmente sono sempre le stesse informazioni che ci vengono richieste, il tipo di API (Metaweblog), il percorso (http://ww.miosito.it/metaweblog.axd), utente e password. A fondo pagina abbiamo la possibilità di effettuare un test tramite il bottone "test". Al termine avremo la possibilità di pubblicare utilizzando il bottone che apparirà nel momento in cui entreremo nella fase di edit.

Conclusioni

Di sicuro i servizi che permettono questo tipo di approccio al proprio blog ce ne devono essere parecchi, ma non credo che questo ci svincoli dall'usare la nostra bella, vecchia e cara interfaccia. Sono utili strumenti, ma non indispensabili.

[Tutorial] SQL for Dummies

Io non sono certo il mago di SQL, lo uso e l'ho sempre usato, mi rendo però conto che un DBA è tutta un'altra cosa, ognuno giustamente deve avere il proprio ruolo. Ho pensato però che potrebbe essere utile scrivere quelle cose basilari che possono aiutare chi si avvicina ad SQL per la prima volta. Vorrei così iniziare una serie di articoli dove illustrare, ai principiante da un principiante, la sintassi dei comandi SQL basilari ... Spero di essere utile.



Quelle che secondo me sono le quattro istruzioni basilari in SQL sono:

SELECT, INSERT, UPDATE e DELETE

Iniziamo parlando dell'istruzione "Select", questa viene usata per recuperare le informazioni contenute all'interno di un DB. Vediamone la sintassi con alcuni esempi:

Operazione: "Selezionare tutte le colonne e tutti i record di una singola tabella o vista"

SELECT *
FROM {table_name};

SELECT *
FROM Clienti;

Operazione: "Selezionare una o più colonne da una singola tabella o vista"

SELECT {column_name, column_name, ..., column_name}
FROM {table_name};


SELECT ID_Cliente, RagSoc_Cliente, Tel_Cliente
FROM Clienti;