ExtraGeek

La Tecnologia vista da me

cloud computing

In questa occasione vorrei provare insieme a voi ad affrontare un argomento che per molti potrebbe essere assai astratto e per questo un po' complicato da comprendere.
Sto parlando del concetto di "Cloud Computing".

Come dice il nome stesso, Cloud, nuvola, questo sistema di elaborazione dati è in continua evoluzione, non possiede dei "confini" ben precisi, come una nuvola in cielo si contrae e si espande continuamente. Ma perchè questo ? Semplicemente per venire incontro alle esigenze dell'applicazione che ne deve sfruttare le caratteristiche. Proviamo a fare un esempio pratico. Poniamo il caso di aver creato il nostro bel blog. All'inizio magari il nostro semplice piano di hosting ci va più che bene. Ad un certo punto ci rendiamo conto che in particolari giorni della settimana le risorse che il nostro hosting ci mette a disposizione non sono sufficenti rendendo inaccessibile l'accesso al nostro blog/applicazione. In un primo momento sarebbe logico passare ad un piano "più robusto", magari con più banda a disposizione, con più memoria, più spazio di archiviazione e con una cpu più performante. Ovviamente questo upgrade avrà un costo. Certo per molto tutte queste risorse non verranno sfruttate, potrebbero essere necessarie nel fine settimana e magari no durante la settimana. Il Cloud Computing ha proprio come scopo questo tipo di ottimizzazione: mettere a disposizione risorse aggiuntive solo quando realmente necessarie. Si potebbe passare facilmente da un piccolo server ad un intero data center e vice versa, a seconda delle necessità che la nostra applicazione on-line in quel momento ha.

La quadratura del cerchio del concetto di Cloud Computing si ha con i sistemi di virtualizzazione delle macchine, aziende che fino a poco tempo fa offrivano piani di hosting e magari di housing con server dedicati, oggi offrono anche server virtuali e, tramite i concetti sopra descritti, possono acquistare quella dinamicità tale da rendere economicamente conveniente scegliere questo tipo di soluzione. Pagare solamente per quello che è il reale consumo di spazio di archiviazione e di tempo macchina.

Nel mentre che scrivevo queste poche righe mi è venuto in mente un altro caso in cui potrebbe essere applicato il concetto Cloud. Proprio in questo periodo si stanno avvicinando certe scadenze fiscali (730). Probabilmente certe macchine predisposte ad accogliere le dichiarazioni on-line in questo periodo saranno messe sotto stress pesantemente e magari per il resto dell'anno viaggeranno sfruttando il 10% della potenza di calcolo. Capite benissimo quale potebbe essere il risparmio nell'usare un sistema che si adatta alle esigenze del momento espandendosi per mantenere efficente il servizio e tornando alle adeguate dimensioni una volta passata l'ondata di super lavoro.

Spero di aver reso l'idea di Cloud Computing e mi scuso con i più esperti per aver banalizzato certi concetti meritevoli di approfondimento. Prossimamente vi porterò alcuni esempi pratici di sfruttamento di quello che per adesso è rimasto solo a livello teorico. Vedremo di capire quali sono le librerie da usare e a chi rivolgersi per poter sfruttare questo metodo di lavoro. Per adesso vi lascio solo alcuni link di approfondimento:

Cloud Computing – Wikipedia
Pro e Contro il Cloud Computing – Programmazione.it
Stallman: dite no al Cloud Computing – punto-informatico.it
Azure Service Platform – Microsoft
Getting started with Cloud Computing – Sun
Cloud Computing Center - Oracle

Bing is here !

Bing_comingsoon

Non scriverò tanti discorsi, i blog ne sono pieni (se fate una ricerca su …...Google ...uhauha che battuta !! Ne trovate quanti ne volete), mi limiterò a presentarvi la presentazione ufficiale (in inglese):

Bing_introduce

Il 3 di giugno tutto dovrebbe essere compiuto: www.bing.it !!

Sicurezza: primo comandamento

Dice il saggio …

Il migliore firewall-antivirus del mondo non serve a nulla se non è regolarmente aggiornato: configura l'aggiornamento automatico e controlla periodicamente lo stato del tuo programma. Ricordati di aggiornare anche il sistema operativo.

tempo di vacanze: promozioni internet

L'estate si avvicina (anche se per la verità il caldo degli ultimi giorni farebbe pensare che ci siamo già dentro) e si avvicinano anche le vacanze, tanto desiderate quanto onerose.

Internet brulica di promozioni ed offerte speciali: sconti, agevolazioni, promozioni per tutti i gusti. Spesso tali iniziative sono riservate proprio al "pubblico navigante". La pratica usuale è quella di mettere on-line voucher particolari che danno diritto alla promozione. In quest'ottica vorrei segnalarvi la promozione 3x2 del parco Gardaland che fino al 30 giugno, presentando appunto il voucher che trovate a questa pagina, otterrete un biglietto di ingresso gratuito ogni due interi acquistati.

In questi casi il passaparola è fondamentale, la condivisione di informazioni può aiutarci a risparmiare.

promoGardaland

Generatore di icon-mail

Cosa sono le Icon-Mail ? Semplice sono quelle immaginette usate al posto dei caratteri per indicare la propria casella di posta elettronica. Si usa fare così per cercare di rendere il più possibile difficoltoso il lavoro degli spammer e dei loro "spider" che rovistano le pagine web alla ricerca di indirizzi email lasciati con troppa generosità.

Adesso potete generare anche la vostra immagine con estrema semplicità. Vi basterà andare a questo Generatore Icone E-mail ed il gioco è fatto ! Semplice, no ?!

Il portale dell'automobilista

Benvenuti nel Portale dell'Automobilista, il portale di servizi di e-government del Dipartimento dei Trasporti Terrestri del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dove Cittadini, Operatori Professionali e Imprese possono consultare informazioni e accedere ai servizi online a loro dedicati.

Quello sopra è l'incipit del portale, chiamato appunto Portale dell'Automobilista, creato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per agevolare le pratiche legate alla patente a ai veicoli. Dopo la necessaria registrazione si avrà la possibilità di accedere ai servizi di pagamento per oltre 200 tipologie di pratica. Interessante anche la possibilità di poter consultare il saldo dei punti patente.

PortaleAutomobilista

Il portale oltre a fornire i sopra descritti servizi di pagamento permette anche il recupero di una moltitudine di documenti e moduli, aiuta nella compilazione degli stessi e fornisce valide ed esaurienti informazioni su revisioni, rinnovi, sospensioni, esami guida ecc.

Non meno importante è anche la sezione relativa alle news dove potremo informarci sulle ultime modifiche alle normative, promozioni e sconti per automobilisti virtuosi, notizie di viabilità generale. E poi magari un ripassino al Codice della Strada non farebbe male a nessuno.

Aspetti Tecnici
Il sito in questione è stato realizzato dal Ministero stesso, la grafica è minimalista (come giusto che sia) per garantire una agevole fruizione anche attraverso connessioni dial-up.
Le informazioni sembrano essere organizzate bene, dalla home page è possibile accedere a tutte le principali sezioni. Insomma rispetto ad altri portali istituzionali questa volta sembra sia stato fatto un buon lavoro, ciò non toglie che questo deve essere solo il punto di partenza per dare sempre nuove opportunità ai cittadini.

ma la privacy ?!?

Essendo qua a navigare su queste pagine di sicuro sarete fruitori di vari servizi on-line, servizi ai quali avrete avuto la possibilità di accedere mediante l'inserimento di dati su di un form …

Solitamente al termine del form sono presenti alcune voci da spuntare, fra queste le "Condizioni d'uso" (TOS) e l'"informativa sulla privacy", documento questo contenente le informazioni circa i soggetti autorizzati ad accedere ai vostri dati, le modalità di rimozione dal database e le finalità per cui quei dati vengono raccolti. Non so voi, ma da un po' di tempo a questa parte mi soffermo spesso a leggere queste informative e le sorprese sono tante …

In questi giorni avrei voluto registrarmi presso un sito che offre la possibilità di fruire di alcuni film in streaming in maniera gratuita, ovviamente è richiesta la registrazione. Leggendo l'informativa si nota quanto segue (ho occultato il nome della società):

Mediante il Suo consenso espresso, tutti i dati conferiti potranno essere trattati da xxxxxx a Socio Unico e dalle società in rapporto di controllo e collegamento con la Titolare e sue consociate, a fini di invio di e-mail pubblicitarie, attività promozionali, ricerche di mercato, sondaggi di opinione ed altre attività di marketing, anche di società terze, nonchè potranno essere comunicati a soggetti terzi per i loro usi aventi le medesime finalità.

Io mi chiedo, e chiedo a voi se avete le stesse mie sensazioni, perchè dovrei accettare che i miei dati possano essere ceduti a società terze a fini commerciali per poter fruire del servizio a cui volevo accedere ? E' una sorta di ricatto ? Io ti faccio vedere il film ma in cambio mi autorizzi a fornire i tuoi dati a cani e porci ...a me non piace questo sistema. Sarebbe preferibile che ci fosse una disgiunzione degli argomenti. Una prima richiesta dovrebbe autorizzare la società che fornisce il servizio a detenere i miei dati con lo scopo e le finalità legate al servizio stesso e, con ulteriore conferma al consenso, eventualmente acconsentire la cessione dei miei dati a società terze. La negazione della seconda clausula a mio avviso non dovrebbe negare l'accesso al servizio.
Questo, a mio avviso sarebbe un comportamento corretto e indicativo della serietà della società con cui cerchiamo di interagire.

Adesso ditemi la vostra opinione e magari se in "ascolto" c'è chi si intende di questioni legali magari può darci un parere più tecnico della questione.

google-cycle

Molte delle nostre città hanno dei centri storici chiusi al traffico, le famose ZTL (Zona a traffico limitato). Probabilmente la stessa Google ha trovato difficoltà ad ottenere permessi per poter transitare in queste zone e allora di necessità virtù.

Ecco che i Google Labs sfornano l'ultimo ritrovato in fatto di "trasporto dati": la "Google Cycle" !!

google_cycle1 Come potete vedere dalle immagini (fonte Repubblica.it) il concetto è analogo alla "Google Car", cambia solamente il sistema di propulsione. Complimenti all'idea !

Google_cycle2Il tutto per poter inserire in Google Maps le immagini delle strade e dei vicoli che altrimenti sarebbe stato impossibile recuperare con l'uso classico dell'automobile.

le parole di internet: troll e flame

Gli abituali avventori di internet sapranno già cosa significano le due parole inserita nel titolo di questo post. Di sicuro però sono più le persone che ignorano il loro significato.

TROLL

Nel gergo di Internet, e in particolare delle comunità virtuali come newsgroup, forum, mailing list, chatroom o nei commenti dei blog - è detto un individuo che interagisce con la comunità tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente stupidi, allo scopo di disturbare gli scambi normali e appropriati.

Quella riportata sopra è la parte iniziale della definizione di Troll che possiamo trovare su Wikipedia. Chi ha frequentato o frequenta chat, newsgroup, ecc avrà sicuramente avuto a che fare con tipi del genere, io stesso ne ho "incontrati" a decine. Devo dire, per esperienza, che ve ne sono di due tipi diversi: i troll cronici e quelli spot.

Il troll cronico è colui che si diverte a comportarsi in quel modo e non fa niente per variare la propria condizione.
Il troll spot invece è colui che ha un certo tipo di reazione solo in sporadiche situazioni. Devo dire che spesso la colpa non è solo del troll, alcune chat, alcuni News group fanno molte difficoltà ad accettare nuovi soggetti in comunità ormai ben definite. Questa situazione di poca considerazione o, peggio, di preclusione, spesso genera "atteggiamenti troll".

Per approfondire la definizione di TROLL vi rimando a quanto scritto su Wikipedia.

FLAME

Nel gergo delle comunità virtuali di Internet come newsgroup, forum, blog, chat o mailing list, una flame (dall'inglese per "fiamma") è un messaggio deliberatamente ostile e provocatorio inviato da un utente alla comunità o a un altro individuo specifico; flaming è l'atto di inviare tali messaggi, flamer chi li invia, e flame war ("guerra di fiamme") è lo scambio di insulti che spesso ne consegue, paragonabile a una "rissa virtuale".

Leggendo quanto sopra riportato capirete che l'azione FLAME è attinente con il soggetto TROLL. Un flame solitamente è scatenato da un troll. Non è raro però imbattersi anche in flame fra persone che fino a poco prima discutevano in maniera civile. I motivi per cui si possono scatenare queste "risse virtuali" ovviamente possono essere infiniti ed ogni tanto sono anche banali, un po' quello che accade nella vita reale insomma.

Anche in questo caso per approfondire la conoscenza di questo termine e del fenomeno che descrive vi rimando a quanto riportato da Wikipedia: FLAME.

Ancora sul 730

Alcuni giorni fa vi presentavo il software gratuito messo a disposizione di tutti da Microsoft Italia in collaborazione con caf730.com.
Il software di cui sopra è presente sul sito Microsoft dedicato alle Piccole-Medie Imprese (PMI), altre a tale software è possibile accedere, sempre gratuitamente, a tutta una serie di documentazione attinente alla dichiarazione dei redditi, il modello in formato PDF e le istruzioni dettagliate per la compilazione dello stesso.
Vi sono riportate inoltre tutte le scadenze per la presentazione e per i versamenti, insomma, questo mini-portale dedicato risulta contenere tutte le informazioni per assolvere ai propri doveri di cittadino nei confronti dell'erario.

Spero di avervi fatto cosa gradita nel fornirvi l'informazione ed il link.

Guida Microsoft al Modello 730/2009

Ma non è tutto.

Microsoft, come dicevo, dedica un intero portale alle PMI, al professionista ed al cittadino. Qui è possibile recuperare informazioni non solo sul 730, ma su tutti gli argomenti relativi alla gestione finanziaria ed al rapporto con l'erario per i soggetti sopra citati. Il portale affianca a notizie di utilità ed approfondimento sull'argomento, una serie di "canali" dove i vari argomenti vengono catalogati, tutto ciò per facilitare la navigazione ed il recupero delle informazioni. Ovviamente tutto questo lavoro Microsoft non lo fa per "beneficenza". Accanto a tutte queste informazioni infatti sono presenti le soluzioni software proposte dalla stessa società.MS_pmi_canali

A mio avviso però questo portale ha il suo indiscusso valore e merita di essere inserito nei propri bookmarks.