ExtraGeek

La Tecnologia vista da me

Post review: il meglio di …

Una lettura sempre valida, un ritorno dal passato:

Codec: 2 pack all-inclusive da scaricare

cloud computing reprise

Per chi ha la pazienza di seguirmi da diverso tempo e con costanza si ricorderà che un po' di tempo fa parlai del "Cloud Computing" e di cosa ci fosse dietro a questa logica e architettura.

In questi giorni è stato annunciata da parte di Microsoft che la versione Office 2010 sarà interamente a carico appunto di un sistema di cloud computing.

Per approfondire ancora questo concetto, oltre a rileggere il mio post, vi invito anche a leggere questo interessante intervento: Cloud Computing, cos'è e perchè sarà il futuro

Post review: Cloud Computing

ancora novità in gmail

La settimana scorsa, vi ricorderete, è stato introdotta in maniera positiva la possibilità di effettuare il "drag-n-drop" delle email verso le label e vice versa (Novità Gmail). Pare evidente che l'ondata di novità che BigG sta introducendo in Gmail non sia conclusa.

Gmail_functions Da ieri è disponibile nell'interfaccia un nuovo link: "Tasks".

Cliccandoci apparirà una finestrella sullo stile della chat che vi farà capire subito di cosa si tratta. In parole povere non è altro che la gestione di una lista "To Do". Molto semplicemente è possibile inserire una data ed una descrizione, nel momento che l'azione sarà compiuta è possibile "spuntare" il task come eseguito. Di default esiste una sola lista chiamata nello stesso modo della casella di posta (se la mail è pippo (at) gmail.com ci sarà una task list chiamata appunto "pippo List") è però possibile aggiungere nuove liste in modo da poter organizzare in maniera appropriata le proprie ToDo List.Gmail_task

Sicuramente non è una novità "rivoluzionaria" quella introdotta dai laboratori di Google, di sicuro però verrà apprezzata, principalmente per la semplicità d'uso.

obbligo di rettifica

L'argomento è di spaccatura, ed è strumentalizzato dal giornalismo professionale. Vi ricordo che molti blogger, in dissenso con le iniziative promosse da giornalisti (e che quindi poco hanno da spartire con me e con i miei "colleghi") non aderiscono all'astensione dal postare nella giornata odierna. Anzi, si vuole ottenere lo scopo inverso: parlarne a ripetizione e in continuazione.

Vi invito a leggere questo post di GigiCogo nel quale si parla appunto della situazione che si è andata creando.

Il Blog-sciopero

Troppo spesso "la rete" e le sue dinamiche sono trattate in leggi e decreti in maniera superficiale e, purtroppo, incompetente. Questa volta è Alfano  a voler mettere regole senza senso ai blog. Per approfondire l'argomento vi mando ad un post dove troverete diversi link: Sciopero Blog.

ScioperoBlog14072009

isp e bittorrent: verifica se esiste una limitazione

Molto spesso perdiamo molto tempo nel verificare i motivi per cui le nostre connessioni con client BitTorrent risultano difficili se non addirittura assenti. Il più delle volte la colpa è proprio da cercare in setup approssimativi di client, firewall e router. Altre volte potrebbe essere proprio l'ISP a limitare il traffico oppure ad impedirlo proprio.

Questi blocchi inseriti dagli ISP non riguardano solo il protocollo torrent ma bensì un po' tutti i sistemi di scambio files peer-to-peer. Ancora più spinta è questa pratica per le connessioni attraverso le "internet key" (argomento già trattato), probabilmente per evitare che la grande mole di traffico generata dai client p2p congestionino le reti. Qualche volta gli ISP si dimenticano (accadeva in passato) di specificare che esistevano questi "filtri" oggi è più facile che sia scritto fra gli articoli del contratto di fornitura del servizio (magari con un carattere piccolo piccolo ;).

Se però continuiamo ad avere dei dubbi in merito alla nostra connessione possiamo utilizzare una delle tante applicazioni on-line create appositamente per effettuare questo tipo di verifiche. Una di queste è Glasnost.

Non vi resta adesso che provare direttamente il test bitTorrent e magari anche quello utile a ricavare le caratteristiche della propria connessione broadband.

intervista a Franco Poggiali di artestudio53

Proseguo oggi la pubblicazione di interviste inaugurata qualche giorno fa con quella di Giuliano di JuliusDesign, sempre nell'ottica di trattare argomenti legati all'informatica. Questa volta tocca a Franco Poggiali di ArteStudio53.

Home PageFranco è un musicista, compositore e arrangiatore che svolge la propria attività presso lo studio che gestisce a Sesto Fiorentino (nell'immediata periferia di Firenze). La sua attenzione si rivolge sopratutto alla musica elettronica e all'uso di strumenti digitali e per questo motivo è risultato molto interessante parlare con lui di musica ed informatica. Per una sua biografia più approfondita e per conoscere meglio i suoi lavori vi invito a visitare direttamente il suo sito, per il resto vi lascio subito all'intervista.

DAWFranco, la tua vita è fatta di musica e sicuramente hai vissuto in prima persona il
graduale, ma repentino, cambiamento da un mondo totalmente analogico ad uno
invece quasi esclusivamente digitale. Quali benefici ha portato quest'era digitale e
cosa invece ti lega, se c'è, ancora al mondo del passato ?
I vantaggi del digitale nella produzione musicale sono moltissimi, la possibilità di
modificare il suono (editing) in maniera impensabile in analogico, di montaggio senza
ricorrere alle forbici per tagliare i nastri :-), tracce praticamente illimitate, strumenti virtuali
molto realistici per realizzare velocemente provini, possibilità di riaprire progetti salvando
tutti i parametri, creazione di suoni nuovi e inediti . Direi che anche il modo di fare e
concepire la musica è cambiata in base alle nuove tecnologie .
Quello che ancora si ricerca dell'analogico è il suono, proprio perchè molte macchine
analogiche (di alta qualità) possiedono uno proprio "carattere", che è molto gradito al
nostro orecchio . La tendenza di oggi è infatti quella di abbinare un sistema di
registrazione digitale composto da scheda audio + PC+ software (DAW
http://it.wikipedia.org/wiki/Digital_Audio_Workstation ) con diversi "outboard" analogici di
prestigio per poter processare il suono . In questo mondo digitale dove tutto il necessario è
racchiuso dentro il case del PC acquistano sempre più importanza le superfici di controllo,
l'interfaccia cioè tra l'uomo e la macchina .

A tuo giudizio l'informatica può favorire la diffusione della musica, non tanto
pensando agli mp3 quanto alle opportunità per giovani che volessero intraprendereoutboard analogico
certi percorsi professionali ?
Penso sia uno strumento indispensabile per comunicare, oggi qualsiasi band o cantante, a
qualsiasi livello, ha la propria pagina su Myspace, Facebook, una casella email e dei brani
da poter ascoltare online. La rete mette a disposizione di tutti gli autori anche il modo di
vendere e quindi di distribuire le proprie opere ovunque (itunes) .
Il problema per chi vuole emergere oggi è un altro: la promozione, cioè come arrivare alla
gente. E i canali non sono poi molti, network nazionali (radio), televisione .
Paradossalmente forse oggi il modo migliore per promuovere la propria musica per gruppi
emergenti è suonare dal vivo, prendere contatti diretti ….. e pubblicizzare la propria pagina
web ..

La multimedialità è una componente fondamentale del nostro presente, ed internet
ormai un veicolo informativo indispensabile, tutto questo ha contribuito a generare
nuove opportunità lavorative e la nascita di figure professionali nuove ?
Non saprei dire se si sono generate figure professionali nuove, sicuramente però c'è stata
una trasformazione . Il fonico di oggi deve essere anche un esperto di software , il
compositore utilizza comunemente applicazioni di notazione musicale, l'arrangiatore si
destreggia tra librerie di suoni orchestrali e suoni sintetici riprodotti in maniera digitale
(virtual instrument) .

Quali sono, Franco, gli strumenti informatici fanno parte stabilmente della tua
"cassetta degli attrezzi" e dei quali faresti oggi fatica a rinunciare ?
Tutto quello che uso mi è indispensabile per lavorare, in realtà gli strumenti informatici che
uso sono un computer, una scheda audio professionale + dei software dedicati .
Oggi non è possibile rinunciare alla tecnologia digitale ed essere competitivi sul mercato.

Mp3, pirateria e diritto d'autore, in breve, cosa ne pensi ?
Credo che in parte la pirateria sia la causa della crisi della discografia. Acquistare un CD
originale o online è l'unico modo per sostenere un artista e il suo lavoro .
Mi piacerebbe un sistema in cui non si paga il collegamento internet al provider, ma i
servizi offerti dalla rete . Il costo mensile della bolletta per internet sarebbe così sostituito
da tutto ciò che una persona ha scaricato legalmente . In questo modo i soldi sarebbero
distribuiti più equamente .

Da completo analfabeta musicale quale sono mi dovresti togliere una curiosità:
oggi, è possibile fare musica, con l'ausilio di strumenti adatti ovviamente, senza per
altro conoscere la musica ?
Esistono software (vedi per es. Sequel della Steinberg) che permettono di "assemblare"
vari "mattoncini" musicali, (per esempio loop di batteria basso chitarra ecc.) da una
libreria integrata nel programma costruendo così una composizione (meglio sarebbe dire
costruzione), una specie di"Lego"musicale .
Il software adatta tonalità e velocità, si può quindi creare un brano col mouse e la tastiera
di un PC, senza nessuna nozione musicale .
Queste applicazioni possono essere uno stimolo, per chi inizia, ad approfondire l'aspetto
informatico , della teoria musicale e lo studio di uno strumento .
Ma chi fa musica, per lavoro o per hobby, è mosso sempre dalla passione (...parlo dei
musicisti, fonici e le persone che partecipano al processo creativo non dei discografici ) , e
la gratificazione maggiore è sperimentare, trovare soluzioni nuove, creare qualcosa di
bello. Dopo un po' quindi sentirà sempre il bisogno passare al livello successivo : imparare
la musica, e nuove tecnologie, l'arte del suono …

Ringrazio Franco per la disponibilità e la cortesia

Rilasciato Vlc 1.0.0

VLCMolti lo useranno già, altri lo conosceranno solo per nome, altri ancora non avranno mai sentito parlare di questo stupendo prodotto. Sto parlando di VLC, il lettore multimediale (e non solo).

Proprio in queste ore è stata rilasciata la major release 1.0.0 ricca di novità, aggiornamenti e bug fix. Ricordo che questo prodotto non necessità di installazione di codec esterni per funzionare avendo già "in pancia" tutto quello che serve. Questo software è ritenuto da molti come uno dei migliori player in assoluto ed oggi, con il supporto anche ai codec HD di nuova generazione consolida ancor di più la propria leadership.

Vi ricordo che questo player è gratuito e multipiattaforma (Win, Linux, Mac), il sito di riferimento è www.videolan.org e lo potete scaricare da qui (versione Win32).

Blogagitazione

Molti di voi saranno a conoscenza delle implicazioni che il decreto Alfano (quello delle intercettazioni per intendersi) porterebbe anche per i blog, sia professionali che amatoriali (come questo).

Il contendere è tutto sulla questione del "Diritto di Rettifica", in parole povere i blogger mal digeriscono il fatto di dover sottostare a doveri analoghi a quelli spettanti al giornalismo senza per altro poter godere degli stessi diritti (per farla molto semplice). Sta di fatto che alcuni politici giornalisti hanno pensato bene di farne un campo di battaglia (qui e qui, per esempio). C'erano in ponte alcune iniziative: c'è chi diceva di fare uno sciopero simbolico il 14 luglio astenendosi dalla pubblicazione di post, chi invece poneva l'accento sul "farsi sentire" con veemenza. Grazie però a questa assurda battaglia fra giornalisti, che per altro non c'entrano proprio niente in questo discorso, la cosa sta assumendo connotati grotteschi.

Da parte mia non verranno discorsi politici, posso solo esortare i "colleghi" blogger ad informarsi sulla questione e a divulgarla in maniera capillare. Ognuno poi, se lo ritiene opportuno, potrà intraprendere le azioni che reputa più consone per esternare la propria opinione.

notepad++ l'editor per il programmatore

La scorsa settimana ho iniziato ad illustrarvi alcuni strumenti software che trovano un posto stabilmente nei computer dei programmatori più evoluti, questo percorso è iniziato con TextPad mentre oggi andremo a conoscere un prodotto open e free rilasciato con licenza GPL: NotePad++.

"Notepad++ e' un editor di sorgente gratuito, in ambiente MS Windows, che supporta diversi linguaggi di programmazione."

NotePad  _Logo Notepad++ si basa sul core di un componente editor chiamato Scintilla (un componente editor molto potente anch'esso un progetto open e free). E' scritto in C++ facendo uso esclusivamente delle api win32 (quindi senza impiegare MFC, il che assicura una più alta velocità di esecuzione e una minore dimensione del programma), è distribuito secondo la Licenza GPL. Come avrete capito questo software, per adesso, è disponibile esclusivamente per ambiente Win.

Nel momento in cui scrivo è disponibile la versione 5.4.4 (anche se l'immagine presa dal sito ufficiale ospitato su Sourceforge.net riporta 5.4.3 mentre l'immagine catturata durante il wizard di installazione riporta appunto 5.4.4) per il download.

Notepad++ è da considerarsi un progetto stabile e maturo, anche se alcune features ancora devono essere implementate. Questo editor ha la possibilità di essere espanso attraverso dei plug-in (ve ne sono già diversi disponibili) in più è anche possibile definire ed eseguire delle macro, cioè un insieme di azioni prestabilite.

Ma ecco la lista delle principali caratteristiche di questo interessante prodotto:

  • Evidenziazione della Sintassi e Folding
  • WYSIWYG
  • Evidenziazione della Sintassi definita dall'Utente
  • Auto-completion
  • Multi-Documento
  • Multi-Vista
  • Supporto per Ricerca mediante Espressioni Regolari
  • Supporto completo al Drag ‘N' Drop
  • Posizionamento Dinamico delle Viste
  • Auto-rivelazione dello Stato del File
  • Zoom in e zoom out
  • Supporto ambiente Multi-Lingua
  • Bookmark (Segnalibri)
  • Evidenziazione delle Parentesi e LineaGuida all'Indentazione
  • Configuratore di Stili

Una cosa molto carina che non sempre si trova è la possibilità di stampare i sorgenti usando gli stessi colori usati nel "Syntax Highlighting".Notepad  _wizard

L'autore del progetto, pur dichiarando le difficoltà nel portare avanti il progetto per questioni legate al tempo disponibile, si mette a disposizione per eventuali suggerimenti o domande. Lo stesso è alla ricerca di persone disponibili ad effettuare la localizzazione nelle lingue che ancora non sono state trattate, per il software e per la pagina web dedicata.

Link: Notepad++ Official Web Site