ExtraGeek

La Tecnologia vista da me

ICTv.it: web tv di informatica e tecnologia


Html.it è ormai diventato un sito di riferimento per molti appassionati di informatica e di tendenze tecnologiche. E' utile al principiante, ma anche al professionista per tenersi informato e prendere spunto per approfondimenti.

Adesso, al suo decimo compleanno, Html.it decide di diventare anche una Web Tv andando a fornire contenuti pertinenti alla stessa filosofia che ha reso così popolare il portale: ICTv.it

Questo nuovo servizio permette la visione on-demand di brevi servizi, spesso curati dalle stesse "firme", che ormai conosciamo, poste in calce agli articoli del portale. Tutta l'infrastruttura si bassa sugli introiti derivanti da piccoli inserti pubblicitari posti all'inizio di ogni video. Personalmente non trovo troppo fastidioso questo sistema e suppongo che questo serva per mantenere gratuito il servizio.

I contenuti sono di qualità e come dicevamo portano spesso la firma di personaggi noti nel mondo della rete e dei blog in particolare. Gli argomenti trattati spaziano dalla programmazione web, tecnologie consumer e tecnologie dedicate al mondo business-to-business. ICTV.it vieta espressamente la pubblicazione dei propri video sui classici siti di condivisione mentre ne autorizza la pubblicazione "embed" utilizzando il codice messo a disposizione oppure mettendo un link alla pagina del video in questione. Risulta quindi un valido strumento per arricchire i nostri blog di contenuti di qualità.

Tutti i video hanno di fianco anche la trascrizione completa, in questo caso ICTv.it ne autorizza la copia limitatamente al 25%, qual'ora questa quota venisse sforata è preferibile inserire un link alla loro pagina.

Devo dire che questo servizio mi piace, sia tecnicamente che esteticamente, veramente ben fatto. Discorso a parte per l'utilità che se ne può avere, a mio avviso è un giudizio troppo personale, molto dipende dal gradi di preparazione di chi fruisce del contenuto, comunque diciamo che l'utente medio sarà di sicuro interessato.

Multimedia: Grab'n'Go PVR

Continuiamo con la serie di apparati multimediali di ultima generazione. Oggi è la volta di "Grab'n'Go" di Conceptronic, con questa soluzione abbiamo la possibilità di avere su di un unico device le caratteristiche tipiche del videoregistratore e del riproduttore multimediale.

Indubbiamente l'oggetto suscita un certo interesse, ha anche un aspetto molto gradevole che facilmente lo fa collocare nei salotti di casa nostra. La presenza di un sintonizzatore analogico ci da la possibilità di registrare i nostri programmi preferiti, allo stesso è possibile connettere anche altre sorgenti tipo decoder Sat/DVB-T, videocamere, ecc il tutto verrà riversato sull'ampio HD presente (500 GB). Per una descrizione tecnica completa vi rimando al sito del produttore.

E' certo un bell'oggetto con un prezzo non troppo esoso, infatti viene proposto a 269 € IVA compresa, se vogliamo essere pignoli possiamo dire che si sente forse la mancanza di una interfaccia di rete, a questo si può ovviare usando una penna USB Wi-Fi forse, o forse l'unica alternativa che abbiamo per collegare il Grab'n'Go alla nostra rete domestica è farlo attraverso la porta USB, oppure sfruttare il lettore di card.

500 GB sono molti ma con l'andar del tempo si riempiranno e qualche volta fa piacere mantenere persistente una registrazione, la soluzione è quella di scaricare il contenuto dell'HD interno su di un PC per poi poter masterizzare un CD/DVD con i contenuti che ci interessano.

Abbiamo trovato anche questo device, ancora però manca quel senso di completezza, in questo caso sarebbe bastato veramente poco.

Web 2.0 : Tutti gli strumenti a portata di link

Ripropongo una lista rimbalzata negli ultimi tempi su molti blog. Penso rappresenti la "Ultimate Collection" fra le applicazioni web based 2.0, vi trovate di tutto.

Dateci un occhiata (qui) e sappiatemi dire, buona navigazione.

Bello e .... impossibile

Intendiamoci, bello per gli usi che se ne può fare, non per l'estetica che è piuttosto standard. Di cosa sto parlando ? Del Kit per assemblarsi un mini-pc denominato ARTiGO Builder Kit A1000 di VIA.
Lo spunto per questo mio post me lo ha dato un articolo su punto-informatico.it che parla proprio di questo Kit, il quale sarà in vendita dal 14 dicembre presso gli store USA e per l'Europa su due e-comm anglosassoni.

Lasciando per un attimo la discussione sull'utilità e gli utilizzi di questo mini-pc (potrebbe trovare alloggiamento in un desktop al posto del lettore CD ...), mi vorrei soffermare sul prezzo. Negli USA verrà commercializzato a 300 $ ... in Europa lo possiamo trovare a 338,50 € (IVA e spedizione comprese). Dai commenti a corredo dell'articolo si denota la frustrazione che gli utenti Italiani ed Europei hanno per questo cambio così .... fantasioso. Da semplici calcoli infatti, comprendendo tutti gli oneri per l'importazione, il prezzo non dovrebbe essere superiore ai 250 € circa. Siamo quindi già in una situazione paradossale, il cambio ufficiale è di 1,47 $ a fronte di 1 €. Al netto degli oneri di importazione, il prezzo di vendita proposto si aggira sui 290 €, siamo quindi di fronte ad un nuovo caso di cambio falsato.

Detto questo, io mi chiedo, ma sopratutto lo chiedo agli esperti, cosa comporta per le nostre tasche il gestire un tasso ufficiale che poi nella quotidianità degli eventi viene normalmente eluso ? La prima impressione è di sicuro quella che noi Europei paghiamo più salate certe cose, ma questo è evidente, quello che piacerebbe sapere a me sono i risvolti "oscuri" della faccenda.

Natale: cosa offre il web

Ormai siamo alle porte con le festività Natalizie, le strade dello shopping in ogni città sono già state addobbate. Presepe e albero hanno già fatto la loro comparsa in molti salotti.

Però c'è di sicuro chi è a corto di idee, per gli addobbi o per i regali. Ecco che il web ci viene a fornire una miriade di risorse, qua solo alcune naturalmente, 10 link che spero vi aiutino.

Generale ...

Natale Italiano - Un sito sul Natale per tutta la famiglia, informazioni, consigli e link verso tante risorse.

Bianco Natale - Cartoline d'auguri, ricette, idee regalo e tanto altro.

Ri-Creazione - Il riciclo per costruirsi le proprie decorazioni.

Addobbi di Natale - Tanti spunti, tante idee, con guide e tutorial per creare i propri addobbi. Per gli amanti del fai da te.

Per i golosi ....

Menù di Natale - Idee e tradizioni culinarie, tante ricette, menù completi e tanti dolci della tradizione.

Il Pranzo di Natale - Per festeggiare insieme ad amici e parenti il Natale stando seduti ad una bella tavola imbandita.

Per i più piccoli ...

Santa Search, Music - Tante canzoni di Natale, anche se lamaggior parte sono in inglese, non mancano i classici italiani.

Speciale Natale 2007 - Tanti giochi da fare on-line in attesa dell'arrivo di Babbo Natale.

La Fabbrica di Giocattoli di babbo Natale - Gioco da fare on-line, aiutiamo Babbo Natale a recuperare le strenne natalizie.

Suoniamo L'Albero - Non è propriamente un gioco, ma è divertente suonare le palline, per scoprire la musica e le note.

Privacy e Percezione

Oltre a questo blog che è proprio mio, collaboro anche con altri, su altri argomenti. In uno di questi blog, una sorta di "Consiglio dei cittadini", dove si parla di problemi dei cittadini, di come la PA commetta degli errori e per finire si elaborano proposte concrete e proteste concrete.

Su questo blog molti commentatori volutamente rimangono anonimi (usano solo un nick associato ad una casella non reale e non è prevista registrazione alcuna) in quanto vi sono situazioni delicate di rapporti (sociali, di lavoro e altro) che potrebbero essere compromessi. Di recente, colui che fa un po' da moderatore, il registrante del dominio, si è reso conto che alcuni commentatori avevano il vizio di appropriarsi del nick altrui per accendere le discussioni. La prova è stata l'analisi degli indirizzi IP registrati a fronte dei commenti, chi ne ha di fissi è facilmente "sgamabile". Ovviamente il moderatore ha deciso di porre rimedio e non volendo istituzionalizzare la pratica della registrazione, l'azione intrapresa è stata quella di rendere pubblico il fatto con la speranza che questo ponesse fine alla pratica.

L'effetto sperato è riuscito, quello che non era prevista è stata la reazione dei lettori e commentatori (specie gli anonimi), i quali hanno avuto la sensazione che l'amministratore del blog potesse in qualche modo monitorare ed individuare tutti gli individui partecipanti. Io nel mio piccolo ho cercato di spiegare che è impossibile (con i mezzi a disposizione dell'amministratore) risalire alla certa identità delle persone, al massimo sarebbe stato possibile individuare i visitatori/commentatori che navigano da aziende con IP fisso.

Per adesso non è servito a molto cercare di spiegare quali siano le dinamiche (in maniera semplicistica) che stanno alla base del funzionamento della rete. La diffidenza verso il blog è in crescita ed è in crescita anche l'idea che l'amministratore sia una sorta di Grande Fratello.

BlogEngine.NET, migrazione non semplice

Come già dicevo, ho trovato in BlogEngine.NET la mia soluzione definitiva per la gestione dei miei blog. I motivi sono semplici: è open source, è possibile usarlo senza nessun db con il solo ausilio di XML, è estensibile facilmente, ha, e ne avrà sempre più, una community di supporto.

La prima cosa che ho fatto è stata quella di adattare il tema grafico che già avevo adottato su due miei blog, e l'operazione è riuscita piuttosto bene. Tra l'altro i due temi stavo pensando di renderli disponibili tramite download qui sul blog. Sistemato l'aspetto dell'interfaccia mi sono posto un nuovo problema. Come trasferire tutti i contenuti dal vecchio blog sul nuovo ? Esiste in BlogEngine.NET il link ad un servizio di importazione, ma questo non è neanche in fase di beta a mio avviso, si basa su standard quali RSS, ma come ripeto ho grosse, e per adesso insormontabili difficoltà ad usarlo.

Le alternative sono due: non importo niente, oppure contribuisco a sviluppare l'utility di import/export. Se fra voi ci fosse chi questi argomenti ha trovato come "dominargli" gli sarei grato infinitamente.

Un saluto

Autonomia ed informazione

Sono alcuni giorni ormai che si legge della presunta vicenda relativa al licenziamento di Jeff Gerstmann da parte di Gamespot a seguito di una recensione non gradita (Kane & Lynch: Dead Men) allo sponsor (Eidos) nonchè produttore dello stesso game.

Se il fatto fosse confermato rappresenterebbe una gravissima ingerenza nell'autonomia dell'editore da parte di chi sperava forse tramite sponsorizzazione di ottenere un trattamento con i guanti bianchi. Leggendo la recensione incriminata e raffrontata con quelle di altri critici si poteva (adesso non è più on-line quindi il raffronto è impossibile) notare quanto il giudizio sul game fosse condiviso da quasi tutti, il gioco ha disatteso le aspettative.

Probabilmente Gamespot ha perso sia il top sponsor che uno dei più validi (così si legge) redattori, commettendo un duplice sbaglio. Tutta la vicenda ha poi portato un livello tale di pubblicità negativa che sicuramente avrà delle ripercussioni sulla vita del sito stesso, infatti molti lettori si sono già pronunciati tramite commenti dal tono acceso. Addirittura ci sono state già manifestazioni sotto la sede di Gamespot con cartelli e striscioni a difesa del redattore.

Vedremo come la vicenda si evolverà, intanto non posso che ringraziare il cielo per la nostra grande libertà di espressione civile che il nostro status di blogger indipendenti, per adesso, ci garantisce. finchè dura godiamocela.

Geek Toys: automobile ad energia solare

Chi di voi non vorrebbe una automobile ad energia solare ? Chi di voi ? Così un tempo avrebbero detto i Fichi d'India nella loro parodia degli imbonitori televisivi ... ed il "geek toys" che vi mostro avrebbe fatto la loro gioia ...

Si tratta di un modellino, un vero e proprio giocattolo che si muove sfruttando l'energia solare immagazzinata dal piccolo pannello solare di cui è dotata. Viene venduta a 19.99 $ e sinceramente non so se si trovi anche in Italia.

Ancora device risparmiosi

Questa mattina, facendo il mio solito giro sui blog presenti nel mio reader, ho letto e conosciuto una nuova, per me, realtà nel mondo dei pc: Zonbu.

A parte i prezzi estremamente competitivi sia dei desktop che dei laptop, è lodevole il fatto che questi device adottino soluzioni estremamente vantaggiose dal punto di vista del risparmio energetico. Pensate, il consumo medio di un laptop zonbu è calcolato in 15 W contro i 175 W di un pc medio. Per ottenere questi risultati ovviamente sono stati adottate delle CPU C7 Via, attualmente le meno avide di energia sul mercato.

La politica di contenimento dei prezzi invece ha ovviamente pesato sulla scelta del SO che in questo caso è Linux in una versione personalizzata di Gentoo.

Insomma, il panorama dei pc a basso costo e a basso consumo si sta allargando, adesso sarebbe interessante capire con dei dati reali di vendita quanto le persone hanno raggiunto un grado tale di consapevolezza su argomenti tristemente attuali, risparmio energetico e rispetto dell'ambiente.