ExtraGeek

La Tecnologia vista da me

Fastidiosi refresh

Vi sarà sicuramente capitato di leggere qualcosa su internet, specialmente quotidiani on-line, e, sul più bello, la pagina si ricarica in automatico. Che rabbia. Ovviare a questo è possibile in maniera parziale, ovvero, se il refresh è fatto attraverso meta-tag è possibile disabilitarlo, al contrario se fosse fatto attraverso js l'unica soluzione è quella di disabilitare l'esecuzione di tutti gli script lato client e a mio avviso non è che sia proprio una gran cosa.

Allora quale soluzione ? Semplicemente basterebbe che chi gestisce quei siti desse la possibilità di disattivare il refresh. Semplice ed efficacie. Ci sono contro ?? Direi che l'unico contro che ci può essere riguarda il numero delle visualizzazioni complessive del sito stesso, probabilmente ci rimetterebbero qualche centinaia di Euro di pubblicità ... Capirete quindi che questa soluzione sarrà difficile venga implementata. Però ripensandoci bene, le statistiche dei siti che adottano questo sistema di refresh automatico sono molto falsate.

Non ci resta che rassegnarsi, anzi, se trovate un sito di news on-line di vostro gradimento segnalatelo e date precedenza a quello nella consultazione, a discapito degli altri "furbetti" dal refresh facile. Forse la intenderanno.

Aggiornamento software

Il blog in questi giorni sta subendo un pesante aggiornamento del software. Sto installando la nuova release 2.6 di BlogEngine.NET.

Purtroppo il vecchio tema non è completamente compatibile e quindi in attesa di eleggere il nuovo tema grafico ufficiale del blog ne adotto uno di quelli a corredo dell'installazione.

Vi aspetto presto con le ultime novità.

Facebook: Le cinque regole d'oro

E non solo per Facebook, queste sono regole che dovrebbero essere valide su qualsiasi "social-coso". In ogni modo ringrazio "Il Dottore del Computer" per averle pubblicate ... metto il ink al suo post e le riporto anche qui:

Ecco le 5 regole che vengono proposte per migliorare la vostra sicurezza e difendervi dai ladri che utilizzano social network per vedere le vostre mosse:

  1. Imposta la privacy di Facebook in modo che solo i vostri amici possano vedere quello che pubblicate.
  2. Aggiungi nei social network soltanto persone che realmente conosci e che ti puoi fidare.
  3. Pensaci bene prima di annunciare al mondo intero che sarai fuori dalla città per molto tempo.
  4. Non postare foto che rivelano il tuo indirizzo di casa o comunque punti di riferimento vicino casa.
  5. Evita di postare foto di oggetti molto costosi presenti in casa.
Tenetele sempre a mente !!!

 

PagineGialle mobile per Android: la nuova versione in esclusiva per i cellulari Samsung

Il riconoscimento vocale è solo una delle novità incluse nell’aggiornamento dell’applicazione Seat PG, disponibile in anteprima su Samsung Apps
fino al prossimo 15 settembre

 

SeatPGTorino, 4 agosto 2011 – La nuova versione di PagineGialle Mobile per Android arriva in anteprima sui cellulari Samsung. L’aggiornamento dell’applicazione Seat PG, che permette di avere a portata di mano tutte le informazioni dettagliate su negozi e attività commerciali, sarà infatti disponibile in esclusiva su Samsung Apps fino al prossimo 15 settembre, data in cui sarà scaricabile da tutti gli utenti su Android Market. 

Novità principale della nuova versione di PagineGialle Mobile è la funzione di riconoscimento vocale: sarà sufficiente dettare l’oggetto della ricerca o una località, perché l’applicazione fornisca tutte le informazioni necessarie in pochi istanti. Si tratta di una funzione che semplifica notevolmente tutte le operazioni di ricerca, rendendole ancora più veloci e intuitive e superando quelli che sono i limiti dell’inserimento di testi attraverso la tastiera touch screen. 

Punto di forza dell’app Seat PG  è l’innovativa funzione di realtà aumentata, che consente ai possessori di Smartphone Samsung con sistema operativo Android di visualizzare i risultati delle proprie ricerche in forma grafica, sovrapponendoli a quanto si vede realmente attraverso la fotocamera del telefono.

Sfruttando il GPS e la bussola dello smartphone, PagineGialle Mobile individua la direzione e la distanza dei luoghi che cerchi rispetto alla tua posizione e sovrappone  elementi virtuali e dati geolocalizzati alle immagini video reali riprese con la fotocamera.

Questa innovativa tecnologia mostra i risultati con una rappresentazione virtuale che completa la visione reale sotto forma di “pannelli” informativi visibili attraverso la fotocamera.

“La nuova release di PagineGialle Mobile per Android – sottolinea Paolo Chiaberto, Responsabile Progetto Mobile di Seat PG – è un prezioso aiuto per tutti gli utenti di smartphone che possono avere sempre a disposizione, nel palmo di una mano, le numerose informazioni del ricchissimo database di Seat PG”.

“Gli utenti Samsung avranno l’opportunità di sfruttare in anteprima l’innovativo sistema di controllo vocale  che renderà ancora più semplice l’utilizzo di questa applicazione”, conclude Antonio Bosio, Products & Solutions Director di Samsung Electronics Italia.

PagineGialle Mobile è l’applicazione per smartphone di Seat PG che rende ancora più facile la ricerca di informazioni: trovare un buon ristorante, un locale dove passare la serata, oppure semplicemente sapere dov’è la farmacia o la banca più vicina non è mai stato così semplice.

Con un’interfaccia semplice e intuitiva, PagineGialle Mobile utilizza il GPS per ricercare le attività commerciali e i negozi nelle vicinanze e visualizzare il percorso per raggiungerli.

[Fonte: comunicato stampa Seat PG]

Incendio Aruba

Dalle 4 di questa mattina Aruba sta fronteggiando una situazione di emergenza dovuta ad un principio di incendio che si è generato nei locali dove sono alloggiati gli UPS.

Al momento alcuni servizi, in particolar modo la posta eletronica, ancora non sono operativi al 100%. Io stesso posseggo 4 domini e relativi piani di hosting presso questo provider, vedo ancora off-line uno di questi, per gli altri nessun problema (ExtraGeek.com che state leggendo ne è la prova).

Aruba ha dichiarato che entro qualche ora tutto sarà risolto. Se ci saranno ulteriori novità non mancherò di aggiornarvi.

Un rapporto difficile

Continuano in Italia le sentenze al limite dall'assurdo. Sentenze che io penso nascano principalmente dal fattore "ignoranza", nel senso che spesso gli attori di molti processi in cui vi siano aspetti tecnologici da giudicare non siano in grado di farlo in quanto privi delle adeguate conoscenze.

Questa volta ci va di mezzo Big G ed i suoi suggerimenti alla ricerca, per approfondire la cosa date un occhiata a questo articolo di Guido Scorza su Wired.it

[Win XP] Aggiornamenti scontrosi - RISOLTO

Per motivi di lavoro mi apprestavo nei giorni scorsi ad utilizzare un computer con installato Win XP Pro con Service Pack 3 installato. E' e deve rimane una macchina di test, ma visto che dall'applicazione del SP 3 non era più stata aggiornata ho pensato bene di fare un giro su Windows Update.

E qui iniziano i problemi. Installati pochi aggiornamenti il sistema ha smesso di effettuare download.

 

Insomma, passando dal sito Win Update, oppure anche abilitando gli aggiornamenti automatici, questi non vengono più scaricati. Allora ho chiesto aiuto al fidato Google e qui si trovano svariati workaround, ho provato ad applicarne qualcuno, ma per adesso senza successo ... ovviamente sono ben accetti consigli in merito.

Questo post andrà aggiornandosi nel momento che ci saranno nuovi sviluppi.

UPDATE
Adesso sto provando quello che è indicato in questo articolo della KB ..
http://support.microsoft.com/kb/943144/it

UPDATE - SOLUZIONE
Quanto provato prima non ha portato nessun cambiamento.

Determinante invece è stato leggere questo thread:
http://social.technet.microsoft.com/Forums/en-US/winserverwsus/thread/68466af7-8bb5-4dd8-ab8c-9ea6e651251c

Come suggerito in uno di quei post ho provato ad usare l'utility bitsadmin.exe compresa nel pacchetto relativo a questo articolo della KB:
http://support.microsoft.com/kb/838079

Una volta scaricato ed installato, ho eseguito il comando "bitsadmin /reset /allusers", fatto questo i download attraverso gli strumenti di update di Windows sono tornati funzionanti !!

AppNegozio = AppStore ?

E' una cosa che sopporto decisamente male. Mi riferisco all'esasperato uso che viene fatto negli Stati Uniti sulla registrazione di marchi e nomi. L'ultima vicenda che gravita attorno ad un marchio registrato e rivendicato vede come protagonisti Apple ed Amazon: oggetto del contendere la parola contratta "AppStore".

Non sono certo un esperto in materia di tutela dei marchi o di diritti d'autore, mi viene però spontaneo pensare che "AppStore" possa essere usato in maniera generica per indicare un negozio che vende applicazioni. Se poi volessi caratterizzare, e registrare, tale scritta utilizzando particolari colori e font, assegnando quindi una connotazione grafica ben precisa, ecco che mi vedrei legittimato a registrare quel particolare modo di rappresentare tale scritta generica. Altrimenti domani mattina potrei andare a registrare "Ferramenta" ed impedire che tutte le ferramenta utilizzino tale denominazione ?

Amazon ha avuto la brillante idea di chiamare il suo prossimo negozio virtuale con la denominazione "Amazon AppStore", e già questo lo vedo più caratteristico, nel suo insieme, e quindi registrabile. La stessa azienda di Jobs poteva chiamare "Apple AppStore", e giù di registrazione. In conclusione il problema è probabilmente riconducibile ad una non ben definita legislatura americana. Ma a livello internazionale chi e come garantisce la tutela del marchio "AppStore" ? Quali sono gli organismi nazionali ed internazionali dediti alla tutela dei diritti dei registranti ?
Se all'ascolto ci fosse qualche esperto in materia sarebbe estremamente gradito un contributo ... grazie !

iPad, ma sarà vero ?

Si io me lo chiedo spesso, ma sarà vero che hanno venduto tutti questi iPad che immancabilmente certi organi di informazione ci ricordano ? Io penso di no, ma ovviamente è solo un mio pensiero personale avvalorato solo dalla mia esperienza quotidiana: quanti iPad ho finora visto ? Due, forse tre e non è che faccio l’agricoltore … mi occupo di informatica …

Comunque quello che vorrei condividere con voi riguarda la constatazione di quanto certi termini siano inflazionati, in questo caso, e vista anche la premessa, mi riferisco proprio ad “iPad” …

Su Repubblica.it leggo una foto-notizia che parla della Minetti e del suo nuovo “gorilla” … ma leggiamo insieme:

Nicole Minetti si è presentata al consiglio regionale della Lombardia accompagnata in aula, per la prima volta, da un bodyguard privato, evitando con decisione di fermarsi davanti a giornalisti, fotografi e cameramen. Non ci sono più solo i commessi del Pirellone, i colleghi di partito e i due assistenti, dunque, a fare da filtro all'esponente del Pdl indagata nell'inchiesta sul caso Ruby, dopo la calca e le tensioni con la stampa di una settimana fa. La consigliera regionale è entrata a passo veloce in aula, un'ora e tre quarti dopo l'inizio della seduta, sedendosi al banco - vistosa camicia rosa di seta, iPad e telefono subito in mano - fra Giorgio Puricelli e Stefano Carugo. Minetti è stata anche intervistata dalla Cnn

Insomma, la bella Nicole si è messa a lavorare con il cellulare in una mano ed un iPad nell’altra … poi sfoglio le foto e … ma dove sta l’iPad ?!? In realtà chi scrive il trafiletto di commento confonde un evidente NOTEBOOK con un iPad … mi sono detto: stai a vedere che adesso succede come con i lettori mp3 … si chiamano tutti iPod anche quando non lo sono, da ora in avanti che sia un notebook, un netbook o … saranno tutti iPad !!!

Minetti Consiglio Regionale

link: Minetti in Consiglio Regionale

Io sono il Grande Guru dell’informatica !

A mio avviso esiste quella sottile linea rossa, quella linea che separa le persone intellettualmente oneste rispetto a chi vuol far credere al prossimo di essere quello che non si è realmente.

Sono quasi venti anni che mi occupo di informatica come professione, certo oggi io umile diplomato vengo poco considerato dalle grandi organizzazioni, venti anni di esperienza evidentemente non valgono neanche una laurea breve … ma sto divagando. Insomma, io cerco di riconoscere le capacità insite nelle altre persone, mi piace che il merito sia premiato. Non ho mai avuto la pretesa di considerarmi il depositario della scienza informatica, io parto sempre dal presupposto che la persona con cui sto in quel momento interagendo abbia di sicuro qualcosa da raccontarmi che io non so o ignoro.

Vorrei farvi leggere un passaggio prelevato da un sito/blog, non riporterò nessun nominativo perchè non mi interessa farlo, non ce l’ho con l’autore dei quelle parole, ma bensì con un’intera categoria …

“Da otto anni il mio si conferma come il più autorevole e letto blog di tecnologia in Italia e anche quest’anno, come sempre, tutti i contenuti pubblicati hanno avuto come obiettivo primario il raggiungimento di valori quali la qualità, l’indipendenza e l’accuratezza delle informazioni condivise.”

Mi inchino di fronte a questo “guru”, anzi, “divulgatore (come ama definirsi) dell’informatica … Ecco, io a leggere queste cose mi sento proprio male, ma dico io come si fa ad essere così pretestuosi ed altezzosi … “il più autorevole”, già anche io come lui l’ho messo in grassetto, un modo palese per rafforzare il concetto e portare l’attenzione del lettore su quelle parole …. ma ci faccia il piacere !!!

E purtroppo a persone così autorevolmente dotate di ampia dose di umiltà e conoscenza viene anche offerto un posto (virtuale ma anche no) di rilievo … sono veramente allibito. Spero solo che “il lettore” si renda conto, magari confrontando con gli scritti dei veri blogger autorevoli, e liberamente scelga di nutrire la propria mente con cibo più sano.

PS Trovare l’autore non è poi così complicato … basta cercare