ExtraGeek

La Tecnologia vista da me

Ma i media disinformano ?

Quando l'argomento è l'informatica oppure internet spesso, troppo spesso, sui media tradizionali si assiste a vera e propria disinformazione. Ovviamente ho questa sensazione in quanto nel mio piccolo rappresenta l'argomento della mia professione. La domanda che mi sorge spontanea a questo punto è se anche altri argomenti siano trattati alla stessa stregua ed io, non conoscendone, magari prendo per buoni colossali bufale.
L'ultimo esempio di informazione parziale con argomento internet risale ad ieri. Il sito di Repubblica pubblica un servizio video dove verrebbe dimostrata l'estrema facilità con cui è possibile sottrarre dati importanti agli ignari utenti. L'ho visto e fin da subito mi è parso per lo meno strano. L'accusato di turno è Ebay, l'accusa è che una grave falla, già nota, ancora non è stata sistemata a dovere mettendo a rischio i dati degli utenti. Viene quindi mostrata tutto il percorso seguito da un "hacker" collaboratore, il quale al termine della dimostrazione, come prova, visualizza una pagina dove sono contenuti dati all'apparenza sensibili. E qui mi è venuto il dubbio. Vengono mostrati dati relativi a conti bancari e carte di credito (semi mascherati). Io sono utente eBay, ma non ricordo di aver mai fornito questi dati a quella società. Di sicuro l'ho fatto con una sua controllata, PayPal, ma sarebbe decisamente strano che i due account condividessero dati che io ho fornito in esclusiva all'una o all'altra. Comunque, tutto ci può stare. Ho cercato allaora maggiori info e scopro con piacere che la "web reaction" provocata da quel video è stata notevole, c'è chi parla di falsi scoop, chi di servizio montato in maniera allegra. Vi lascio uno di questi link, un post interessante scritto da chi si occupa in maniera professionale di sicurezza informatica. Fra l'altro, l'autore del blog, si è messo anche in contatto con la persona che ha materialmente ricostruito l'illecito, l'hacker tedesco, il quale asserisce di averlo fatto per una tv tedesca e mai per nessuno in Italia ...

Per finire poi vorrei ricordare ancora una volta l'uso scorretto che si fanno dei termini "hacker" e "cracker" (per dire il vero questo non viene mai usato anche quando si dovrebbe, menter il primo viene usato spesso a sproposito).
Commenti chiusi