ExtraGeek

La Tecnologia vista da me

Nuove risorse: Revo Uninstaller

Nella pagina che contiene link ed informazioni verso software utile (e non) ... free e a pagamento, ho aggiunto il link verso Revo Uninstaller una utile e comoda utility che aiuta a disinstallare i software che affollano il nostro esausto pc.

Dalla comoda ed intuitiva interfaccia si sceglie quale software rimuovere, Revo penserà ad eseguire il remover standard e di seguito una serie di tools che ci guideranno nella rimozione di ogni ulteriore traccia del software quali files residui, chiavi di registro ecc ecc. 
L'unico consiglio che posso darvi è quello di verificare le opzioni che di volta in volta vi vengono proposte a video specialmente per quel che riguarda le operazioni sul registro.

Per il link visita la pagina delle Risorse Software.

FIFA vs PES: c'è ancora sfida ?

Ormai siamo abituati, quando arrivia l'autunno arriva anche il momento della ormai consueta sfida fra FIFA e PES.

Lo scorso anno la vittoria fu di FIFA, e fu anche una vittoria piuttosto abbondante. Dopo alcuni anni durante i quali si era vista l'affermazione di PES e l'arrancamento del titolo di EA, come dicevo, lo scorso anno  abbiamo assistito al ribaltamento delle posizioni. Forse Konami si era adagiata troppo sugli allori conquistati e non si è resa conto che la concorrenza si stava muovendo in maniera massiccia. E la storia ha certificato che FIFA è tornato ad essere il re dei giochi sul calcio.

Non mi sbilancerò nel dare mie giudizi personali in quanto non ho avuto ancora modo di provare di persona nessuno dei due titoli, mi limiterò quindi solo a riportare alcuni link verso autorevoli voci in ambito game, in questo caso vi propongo il giudizio e le recensioni di Wired.it

PES 2012 (Voto 8,1)

FIFA 12 (Voto 9,5)

Games, Classifica dei 10 titoli di ottobre

Per rispondere alla domanda che mi ponevo nel titolo del post, io penso di si, penso che ci possa ancora essere sfida fra i due colossi ma solo se Konami inizierà veramente a pensare a qualche innovazione veramente sostanziosa, altrimenti per EA Sports sarà un gioco da ragazzi mantenere il gap acquisito.

 

PagineGialle mobile per Android: la nuova versione in esclusiva per i cellulari Samsung

Il riconoscimento vocale è solo una delle novità incluse nell’aggiornamento dell’applicazione Seat PG, disponibile in anteprima su Samsung Apps
fino al prossimo 15 settembre

 

SeatPGTorino, 4 agosto 2011 – La nuova versione di PagineGialle Mobile per Android arriva in anteprima sui cellulari Samsung. L’aggiornamento dell’applicazione Seat PG, che permette di avere a portata di mano tutte le informazioni dettagliate su negozi e attività commerciali, sarà infatti disponibile in esclusiva su Samsung Apps fino al prossimo 15 settembre, data in cui sarà scaricabile da tutti gli utenti su Android Market. 

Novità principale della nuova versione di PagineGialle Mobile è la funzione di riconoscimento vocale: sarà sufficiente dettare l’oggetto della ricerca o una località, perché l’applicazione fornisca tutte le informazioni necessarie in pochi istanti. Si tratta di una funzione che semplifica notevolmente tutte le operazioni di ricerca, rendendole ancora più veloci e intuitive e superando quelli che sono i limiti dell’inserimento di testi attraverso la tastiera touch screen. 

Punto di forza dell’app Seat PG  è l’innovativa funzione di realtà aumentata, che consente ai possessori di Smartphone Samsung con sistema operativo Android di visualizzare i risultati delle proprie ricerche in forma grafica, sovrapponendoli a quanto si vede realmente attraverso la fotocamera del telefono.

Sfruttando il GPS e la bussola dello smartphone, PagineGialle Mobile individua la direzione e la distanza dei luoghi che cerchi rispetto alla tua posizione e sovrappone  elementi virtuali e dati geolocalizzati alle immagini video reali riprese con la fotocamera.

Questa innovativa tecnologia mostra i risultati con una rappresentazione virtuale che completa la visione reale sotto forma di “pannelli” informativi visibili attraverso la fotocamera.

“La nuova release di PagineGialle Mobile per Android – sottolinea Paolo Chiaberto, Responsabile Progetto Mobile di Seat PG – è un prezioso aiuto per tutti gli utenti di smartphone che possono avere sempre a disposizione, nel palmo di una mano, le numerose informazioni del ricchissimo database di Seat PG”.

“Gli utenti Samsung avranno l’opportunità di sfruttare in anteprima l’innovativo sistema di controllo vocale  che renderà ancora più semplice l’utilizzo di questa applicazione”, conclude Antonio Bosio, Products & Solutions Director di Samsung Electronics Italia.

PagineGialle Mobile è l’applicazione per smartphone di Seat PG che rende ancora più facile la ricerca di informazioni: trovare un buon ristorante, un locale dove passare la serata, oppure semplicemente sapere dov’è la farmacia o la banca più vicina non è mai stato così semplice.

Con un’interfaccia semplice e intuitiva, PagineGialle Mobile utilizza il GPS per ricercare le attività commerciali e i negozi nelle vicinanze e visualizzare il percorso per raggiungerli.

[Fonte: comunicato stampa Seat PG]

Visual Basic 2010 Spiegato a mia nonna

Oggi vorrei rubare un o' del vostro tempo per segnalarvi la recente uscita di un libro che tratta di programmazione, in particolare del linguaggio Visual Basic .NET nella sua versione 2010.

Il libro "Visual Basic 2010 Spiegato a mia nonna" è uscito il 22 aprile scorso, quindi poco più di una settimana fa, per adesso è disponibile per l'acquisto direttamente dal sito dell'editore (Edizioni FAG Milano) e questa è la scheda del libro. Come ci spiega l'autore, Mario De Ghetto, presto sarà disponibile nelle librerie specializzate e probabilmente anche su Amazon.it.

Devo confessarvi che il libro ancora non ho avuto l'opportunità di sfogliarlo, ho solo potuto "assaggiare" le anteprime messe a disposizione direttamente da Mario, provengo però dall'esperienza avuta con l'edizione 2008 e devo dire che è uno dei pochi manuali di programmazione veramente "user friendly", lo stile dell'autore è semplice e allo stesso tempo estremamente chiaro ed esaustivo. Di sicuro sono libri che consiglierei assolutamente a chi inizia ad approcciare la programmazione VB.NET, ma anche ad utenti già più esperti per avere sempre a disposizione un prontuario.

Come già detto, a mio avviso, i punti di forza dei manuali scritti da Mario De Ghetto sono la chiarezza e la semplicità, ma anche la ricchezza di esempi ed il giusto approfondimento, ed anche questa volta sono convinto che il libro non deluderà sotto questi punti vista.

Buona lettura e buona programmazione.

Link:
Edizioni FAG - Scheda Libro "Visual Basic 2010 Spiegato a mia nonna"
Mario De Ghetto - Visual Basic 2010 Spiegato a mia nonna

[Tips & Tricks] Premiere Pro

Sicuramente molti di voi conosceranno il software di videoediting Adobe Premiere Pro (al momento siamo alla release CS5). Ebbene, alcuni giorni fa mi sono trovato fra le mani una nuova scheda di acquisizione e contemporaneamente un cd con l’istallazione della versione CS3.

Ho installato il software in modalità trial 30 gg per poter eseguire alcuni test, modalità che comunque non dovrebbe presentare limitazioni se non quella prima indicata dei giorni di validità. Intanto è doveroso dire che tale software è di sicuro molto impegnativo, per intendersi non è come Movie Maker (anche il prezzo ne è la dimostrazione essendo uno gratuito e l’altro andando oltre i mille euro). Una volta installato mi si è presentato subito un problema.

Importazione file AVI

Il problema che mi si presentava era di questo tipo: importando un file .avi questi risultava sia con traccia video sia con traccia audio, ma nel momento in cui cercavo di posizionarlo nella timeline la traccia audio non veniva posizionata. La prima cosa che ho provato a fare è stata quella di installare il software su di un computer diverso. Il primo che avevo provato era con sistema operativo Win 7 Home, mentre il secondo un XP Pro. Su XP la traccia audio c’era e funzionava. Dimenticavo, il file .avi era codificato con codec XviD per la parte video e MP3 per la parte audio.

Cercando su vari forum e blog quasi tutti sconsigliavano l’import di file compressi, a detta di molti Premiere Pro mal digerisce questi formati compressi. Il suggerimento era sempre lo stesso, importare file non compressi, quindi per quel che riguarda l’audio la giusta strada era quella della conversione in formato wav. Ovviamente questo tipo di risposta non mi convinceva avendo avuto la prova che comunque in certe condizioni il filmato veniva importato correttamente.

L’ovvio passo successivo è stato quello di considerare i vari codec installati sulle due diverse macchine. Sulla macchina “Seven” non c’era praticamente niente usandovi come lettore multimediale VLC questi quasi sempre non ha bisogno di molte altre aggiunte per leggere i file audio/video. Sulla macchina XP invece c’era installato il famoso “K-lite Codec Pack”. Scaricata l’ultima versione “FULL” di questo pack l’ho installata sulla macchina che ne era sprovvista.

Terminata l’installazione ho riprovato con Premiere e, come volevasi dimostrare, il file è stato importato in tutte le sue componenti. Non saprei dirvi se in altre versioni di questo tanto blasonato software esista o meno lo stesso problema, magari al termine del periodo di prova potrei testare la versione CS4, di sicuro non la CS5 che per quanto mi risulta è rilasciata solo ed esclusivamente in versione 64 bit.

Questa soluzione proposta sembra comunque essere un valido workaround, anche se devo essere sincero “gli esperti” dei forum non avevano tutti i torti. Pare proprio che la limitazione sui file MP3 fosse una cosa voluta. Dico questo perchè nel momento in cui ho provato ad importare un file MP3 come commento musicale alla clip Premiere mi ha risposto un eloquente “Formato file non supportato” … non ho approfondito questo ulteriore scoglio per il momento, ma considero di farlo quanto prima per concludere questo periodo di test.

Alla prossima puntata !

HTC Desire con Android 2.1

Ebbene si, lo ammetto, con soddisfazione sono diventato possessore dell’oggetto come da titolo del post: HTC Desire.

Questo vuol essere solo un post per annunciarne uno più corposo che presto illustrerà con, spero, completezza questo apparecchio, in più ci saranno solo, di seguito, alcune prime impressioni avute così … iniziando a giocherellarci un po’.

HTC-Desire_1Con questo sono tre i telefoni HTC che ho avuto modo di utilizzare: iniziai con il vecchio (e glorioso) P3300, poi uno snelloViva Touch e adesso questo “Top Class” Desire con Android 2.1(gli altri due montano Win Mobile 6.1).

L’approccio iniziale, quello con la confezione, lascia molto a desiderare tanto è scarna e, secondo me, non all’altezza di un apparecchio di questa fascia. Per fortuna che la sua apertura è stata velocissima e ben presto la “scatolina” era già archiviata in un angoletto.

Dopo averlo opportunamente preparato all’accensione … lo spettacolo è servito ! Qualitativamente questo Desire è ineccepibile: nei materiali, la scocca è fine ed elegante, nello schermo, un AMOLED da 3,7 pollici (capacitivo) … veramente notevole.

Il primo utilizzo mi ha impressionato per reattività, il processoreSnapdragon da 1 Ghz unito ad una notevole quantità di Rom e Ram si sentono eccome ! Navigare fra i menù, lanciare applicazioni, configurare le connessioni, giocherellare con i molti sensori … mi sembrava di essere tornato bambino !

Qui mi fermo e vi do appuntamento per i (succosi) dettagli nel prossimo post dedicato a HTC Desire.

 

valore di un sito/blog

Si inizia per passione, spesso scegliendo un servizio gratuito tipo "Blogger", fino ad acquistare un nome di dominio, uno spazio web. Si cerca magari di non pesare sul bilancio familiare inserendo qualche annuncio pubblicitario tipo AdSense.

In molti poi abbandonano il proprio blog, vuoi per mancanza di tempo oppure perchè gli interessi nel tempo sono mutati, altri invece con il proprio blog riescono a lavorarci, altri ancora riescono persino a venderlo il frutto del personalissimo impegno.

Proprio questa mattina leggevo un interessante post su come fare per determinare il valore monetario di un sito/blog e probabilmente, sia che vogliamo vendere o anche acquistare, non sarà così semplice determinarlo. Quando poi gli acquirenti non sono semplici appassionati, ma vere e proprie società le quali "vedono" in quel progetto un potenziale affare ecco che queste saranno disposte anche a fare un piccolo investimento pur di acquisirlo.

Nella mia immaginazione penso che esistano anche dei professionisti in grado di poterci aiutare in una valutazione del genere, forse le stesse persone che si occupano di SEO/SEM, oppure ci sono persone specializzate allo scopo, questa parte del discorso non mi è molto chiara. Quel che è sicura è l'esistenza di siti specializzati nel gestire e contenere liste di siti messi in vendita, nei quali però non si trova il conforto di un professionista nelle valutazioni, ma molto più semplicemente una vetrina che mette in contatto la domanda e l'offerta.

BizInformation Esistono poi dei siti che cercano di fare una valutazione basandosi su parametri prestabiliti e fornendo una valutazione di massima che magari può essere presa come punto di partenza per una eventuale valutazione. Uno di questi è Biz Information e, se avete un vostro blog o sito, potete provare a curiosare quale sia la valutazione virtuale che vi viene attribuita: si sa mai che fra noi ci possa essere un inconsapevole Paperone !!!

apple ipad: il solito esercizio di stile

Sono passati un po' di giorni dal mio ultimo intervento qua sopra, impegni non prorogabili di lavoro mi hanno portato a disertare questi lidi. Ma ora c'è Apple iPad che mi spinge a violentarmi e trovare 5 minuti per scrivere.

Il mio giudizio (che ovviamente vale per quello che è): un bel gadget inutile !!!

nothanksipad In attesa di poter meglio argomentare riporto adesso i dieci motivi che GizMondo ha elencato per non comprare questo gadget (motivi che ovviamente condivido):

Un bordo troppo grosso
Avete visto il bordo dell'iPad? Certo, probabilmente serve ad evitare che si dia accidentalmente un comando con il pollice, ma resta comunque esagerato.

Niente multitasking
Questo è incredibile. Se si suppone che il tablet sia un sostituto dei netbook, com'è possibile che non abbia il multitasking? Significa che non possiamo ascoltare Pandora mentre scriviamo un documento? O non si può tenere l'applicazione Twitter aperta contemporaneamente al browser? Come dare torto a chi pensa che sia davvero un grosso difetto?

Niente fotocamera
Niente fotocamera sul fronte è una cosa, ma neanche sul retro? Perchè? Sarebbe stato davvero così difficile inserirne una? E comunque, questo significa che l'iPad non può gestire le video chat di iChat…

La tastiera touch
Non è una rivoluzione degna di Apple: è la stessa tastiera touch che abbiamo visto su altri tablet e sappiamo già che non è poi così pratica da usare.

Nessuna uscita HDMI
Volete vedere quei bei video HD o scaricarli da iTunes e guardarli sul vostro TV? Scordatevelo. Fate prima a comprare una AppleTV.

Il nome
Preparatevi a barzellette, prese in giro e burle di ogni genere, quanto meno in lingua originale.

Niente Flash

Non avere il supporto Flash non è gravissimo per dispositivi come l'iPhone o l'iPod, ma per uno che si suppone sia più vicino a un netbook che a uno smartphone? Pensate a quanti siti vedrete pieni dibuchi bianchi stile groviera. Per non parlare dei video in streaming!

Adattatori, adattatori, adattatori
Troppi per un solo dispositivo. Qualsiasi cosa vogliate collegarvi, come una fotocamera digitale (quindi un normale dispositivo USB), avete bisogno di adattatori.

Non è widescreen

I film in widescreen appaiono scadenti su questo dispositivo con i suoi 4:3: è come tornare ai TV 4:3 di una volta!

Un ecosistema di applicazioni chiuso

Sull'iPad girano solo applicazioni dell'App Store. Lo stesso App Store che è conosciuto per aver vietato alcune applicazioni per non si sa bene quale motivo, come Google Voice. Certo, i netbook possono non avere il touchscreen (la maggior parte, almeno), ma ci potete far girare quello che vi pare. Un esempio: volete usare un altro browser sul vostro iPad? Utopia.

Il bello è che ne venderanno a camionate giocando sempre sulla solita logica su cui si sono basati fino ad oggi ...

Rilasciato Vlc 1.0.0

VLCMolti lo useranno già, altri lo conosceranno solo per nome, altri ancora non avranno mai sentito parlare di questo stupendo prodotto. Sto parlando di VLC, il lettore multimediale (e non solo).

Proprio in queste ore è stata rilasciata la major release 1.0.0 ricca di novità, aggiornamenti e bug fix. Ricordo che questo prodotto non necessità di installazione di codec esterni per funzionare avendo già "in pancia" tutto quello che serve. Questo software è ritenuto da molti come uno dei migliori player in assoluto ed oggi, con il supporto anche ai codec HD di nuova generazione consolida ancor di più la propria leadership.

Vi ricordo che questo player è gratuito e multipiattaforma (Win, Linux, Mac), il sito di riferimento è www.videolan.org e lo potete scaricare da qui (versione Win32).

[games] divertimento gratuito: war rock

Il mio primo approccio con giochi gratuiti on-line risale al celeberrimo "America's Army", di questo ne ho provate diverse release. Successivamente mi sono appassionato a "Combat Arms", diverso nel modo di giocare, ma appartenente allo stesso filone FPS con ampi accenni di tattica ed ambientazione militaresca.

WarRock Oggi vorrei parlarvi del fratello minore dei due sopra citati: War Rock. Minore non vuol acquistare un significato dispregiativo, semplicemente questo gioco è meno avido di risorse per una grafica più semplice senza che questo ne pregiudichi la giocabilità ed il divertimento.

War Rock è un FPS tattico che è possibile scaricare gratuitamente (come nel caso di Combat Arms saranno a pagamento solo certe features particolari, tipo armi ed equipaggiamento, una sorta di utenza "premium"). Il gioco è stato lanciato la prima volta in Korea nel 2004 e prima che fosse distribuito anche in altre nazioni  sono trascorsi 3 anni. Infatti solo nel febbraio 2007 sono stati ufficialmente aperti server in Europa e negli Stati Uniti utilizzando una versione ad hoc che ne permettesse una diversa classificazione (la versione Koreana era qualificata come gioco per adulti).

Il gioco è praticamente in "work in progress" in quanto ogni mese generalmente vengono aggiunte nuovi armi, nuovi veicoli o mappe. Per 2009 è previsto un aggiornamento per la versione Koreana curata da Nexon, aggiornamento che riguarderà principalmente il motore grafico per aggiungere maggior realismo all'azione.

Le modalitè di gioco sono varie si va dalle azioni di gruppo alle azioni tutti-contro-tutti, ovviamente come nella maggior parte di questi giochi esistono i "clan" e solitamente ognuno di essi ha un proprio sito/comunità.

A questo punto non rimane che provare il gioco ed anche se all'epoca del lancio le recensioni da parte di riviste e siti specializzati non furono troppo benevole (soprattutto nei riguardi della grafica) sono sicuro che per gli appassionati riserverà diverse ore di puro divertimento.

Links:
War Rock sito ufficiale
War Rock comunità italiana