ExtraGeek

La Tecnologia vista da me

[Grafica] After Effects - Move anchor point

Ecco a voi, amanti di After Effects, una utile palette scaricabile gratuitamente, si tratta in pratica di uno script che ci permette di agire in maniera rapida ed efficace sull'anchor point.

Non starò al momento a dilungarmi su cosa sia e a cosa serva, chi usa AE sa benissimo di cosa sto parlando. In ogni modo cercherò di scrivere qualche post su questo software che, a mio parere, è veramente fenomenale.

After Effects - Move Anchor Point

[VIDEO] Come fare per ridurre il rumore di fondo da un video

Vi sarà capitato di fare un video con il vostro smartphone, con una fotocamera ecc ??

Penso proprio di si. Spesso però capita che l'audio non sia proprio "pulito", che ci sia troppo rumore di fondo. Come fare quindi per pulire l'audio ?

Non è molto complicato e gli strumenti da utilizzare nella procedura che vi illustrerò sono tutti gratuiti.
Per prima cosa è necessario scaricare ed eseguire VirtualDub, ed effettuare il rip della traccia audio del nostro file video.
Semplicemente dal menù: Open AVI, File -> Save Wav
Dopo è necessario scaricare ed installare Audacity. Individuiamo una porzione di file dove è udibile il solo rumore di fondo (sarà il campione per applicare il filtro di riduzione del rumore). Apriamo Effetti -> Riduzione Rumore -> Get Noise Profile (è necessario aver selezionato la porzione di file come detto prima).
A questo punto selezioniamo l'intera traccia (Ctrl + A), apriamo Effetti -> Riduzione Rumore, questa volta selezioniamo "Riduci" e poi Ok. Il file verrà elaborato applicando il filtro relativo al campione che noi stessi abbiamo in precedenza identificato (Se avete difficoltà provate a seguire questa guida).
Ecco fatto, eventualmente possiamo applicare un effetto di equalizazione se lo riteniamo necessario. Salviamo il file ed il gioco è fatto.
Torniamo a VirtualDub. Apriamo il file AVI, poi Audio -> Wav source (Audio from other file), Video -> Direct Stream Copy, File -> Save as AVI.

Finito, adesso abbiamo una copia del nostro filmato con l'audio ripulito dai rumorei di fondo. Spero che il procedimento vi sia utile come lo è stato per me.

Software: Corel Video Studio X4 Pro

bannerVideoStudioX4_itChi fra di voi segue questo blog da un po’ di tempo saprà sicuramente che uno dei miei pallini è l’editing video.

Questa mia piccola passione nasce nel momento in cui mi sono trovato per le mani un cospicuo numero di video cassette nel formato “Video 8” (formato analogico) da riversare su supporto digitale. Questo ha comportato una certa ricerca in fatto di hardware di acquisizione e di software per effettuare editing.

Tralasciando per un attimo l’aspetto hardware oggi vorrei condividere con voi il test che sto per affrontare utilizzando un software che per me è “sconosciuto” anche nelle versioni più datate. Quando si parla di Corel solitamente si è certi di un prodotto di qualità, ma non sempre le ciambelle riescono col buco. Di sicuro se non ho provato in precedenza questa famiglia di software è perchè avevo letto qualche recensione non proprio gradevole. Però i software crescono, cambiano le versioni, molto spesso raggiungono limiti qualitativi straordinari.

Con spirito molto propositivo e senza influenze su pareri passati mi appresto a provare per 30 giorni Corel Video Studio X4 Pro. La “Full Free 30 days Trial” è scaricabile direttamente dal sito del produttore (qui).

Appuntamento fra 30 giorni per i risultati del test.

[Tips & Tricks] Premiere Pro

Sicuramente molti di voi conosceranno il software di videoediting Adobe Premiere Pro (al momento siamo alla release CS5). Ebbene, alcuni giorni fa mi sono trovato fra le mani una nuova scheda di acquisizione e contemporaneamente un cd con l’istallazione della versione CS3.

Ho installato il software in modalità trial 30 gg per poter eseguire alcuni test, modalità che comunque non dovrebbe presentare limitazioni se non quella prima indicata dei giorni di validità. Intanto è doveroso dire che tale software è di sicuro molto impegnativo, per intendersi non è come Movie Maker (anche il prezzo ne è la dimostrazione essendo uno gratuito e l’altro andando oltre i mille euro). Una volta installato mi si è presentato subito un problema.

Importazione file AVI

Il problema che mi si presentava era di questo tipo: importando un file .avi questi risultava sia con traccia video sia con traccia audio, ma nel momento in cui cercavo di posizionarlo nella timeline la traccia audio non veniva posizionata. La prima cosa che ho provato a fare è stata quella di installare il software su di un computer diverso. Il primo che avevo provato era con sistema operativo Win 7 Home, mentre il secondo un XP Pro. Su XP la traccia audio c’era e funzionava. Dimenticavo, il file .avi era codificato con codec XviD per la parte video e MP3 per la parte audio.

Cercando su vari forum e blog quasi tutti sconsigliavano l’import di file compressi, a detta di molti Premiere Pro mal digerisce questi formati compressi. Il suggerimento era sempre lo stesso, importare file non compressi, quindi per quel che riguarda l’audio la giusta strada era quella della conversione in formato wav. Ovviamente questo tipo di risposta non mi convinceva avendo avuto la prova che comunque in certe condizioni il filmato veniva importato correttamente.

L’ovvio passo successivo è stato quello di considerare i vari codec installati sulle due diverse macchine. Sulla macchina “Seven” non c’era praticamente niente usandovi come lettore multimediale VLC questi quasi sempre non ha bisogno di molte altre aggiunte per leggere i file audio/video. Sulla macchina XP invece c’era installato il famoso “K-lite Codec Pack”. Scaricata l’ultima versione “FULL” di questo pack l’ho installata sulla macchina che ne era sprovvista.

Terminata l’installazione ho riprovato con Premiere e, come volevasi dimostrare, il file è stato importato in tutte le sue componenti. Non saprei dirvi se in altre versioni di questo tanto blasonato software esista o meno lo stesso problema, magari al termine del periodo di prova potrei testare la versione CS4, di sicuro non la CS5 che per quanto mi risulta è rilasciata solo ed esclusivamente in versione 64 bit.

Questa soluzione proposta sembra comunque essere un valido workaround, anche se devo essere sincero “gli esperti” dei forum non avevano tutti i torti. Pare proprio che la limitazione sui file MP3 fosse una cosa voluta. Dico questo perchè nel momento in cui ho provato ad importare un file MP3 come commento musicale alla clip Premiere mi ha risposto un eloquente “Formato file non supportato” … non ho approfondito questo ulteriore scoglio per il momento, ma considero di farlo quanto prima per concludere questo periodo di test.

Alla prossima puntata !